«Lei è un premio Nobel? Prego, entri pure!». Sarà più o meno questa la frase che la/il talentuosa/o e fortunata/o ricercatrice/ricercatore, scrittrice/scrittore, scienziata/o si sentirà ripetere all’arrivo nel Regno Unito. Per i super cervelli riconosciuti, gli stranieri che si sono distinti a livello internazionale nei propri campi di competenza – dalle arti alla scienza, dalla moda all’architettura – sarà automatico ottenere un permesso di lavoro in maniera più rapida e semplificata a Londra o in un’altra città Uk.

Dal primo gennaio di quest’anno, ovvero dall’entrata in vigore ufficiale della Brexit, il governo britannico di Boris Johnson ha inaugurato un nuovo sistema di immigrazione a punti, che mira ad attrarre i migliori talenti in base alle loro competenze piuttosto che alla loro nazionalità: strategia draconiana mirata a regolare i flussi migratori, ma che – con la corsia preferenziale in vigore da queste ore – si propone nelle promesse del premier Tory di favorire al contempo l’arrivo di figure qualificate, inclusi scienziati, artisti o musicisti pluripremiati. I visti in base ai punti dipendono, tra l’altro, dal tipo di offerta di lavoro, dalle qualifiche e dalla capacità di parlare inglese. Il governo afferma che il nuovo metodo di selezione è giusto e leale nel trattare i migranti da tutto il mondodopo che la Brexit ha posto fine alla libera circolazione, mentre i critici dicono che sta creando un ambiente ostile, che lascia alcuni settori senza personale. 

Comunque sia, secondo la nuova normativa introdotta dal ministero dell’Interno, i vincitori di prestigiosi riconoscimenti internazionali – come il Nobel, il premio Turing per gli informatici, i Grammy per l’industria musicale, gli Oscar o i Golden Globe per il cinema e la tv – potranno dunque vivere e lavorare più facilmente sull’isola grazie a procedure accelerate e semplificate per ottenere tutti i visti necessari. «I vincitori di questi premi hanno raggiunto l’apice della loro carriera e hanno molto da offrire al Regno Unito – ha dichiarato la ministra Priti Patel -. Questa norma assicurerà loro la libertà di venire e lavorare nei nostri settori d’eccellenza nel campo delle arti, delle scienze, della musica, del cinema». 

Fonte: lastampa.it


Resta aggiornato su Londra, ricevi via email le ultime news! 👇

Unisciti a 99.666 altri iscritti


Una-tantum
Mensile

Aiuta il progetto La tua Londra, la tua donazione una tantum può aiutarci a creare nuovi contenuti nel nostro sito e continuare il nostro progetto.
Ti offriremo un Codice Sconto per acquistare i nostri gadget Londinesi.

Fai una donazione mensilmente. Aiuta il progetto La tua Londra, la tua donazione mensilmente può aiutarci a creare nuovi contenuti nel nostro sito e continuare il nostro progetto.
Ti offriremo un Codice Sconto per acquistare i nostri gadget Londinesi.

Scegli un importo

€5,00
€15,00
€100,00
€5,00
€15,00
€100,00

In alternativa inserisci un importo personalizzato


Apprezziamo il tuo contributo.

Apprezziamo il tuo contributo.

Fai una donazioneDona mensilmente

Di La tua Londra

Consigli, curiosità & aggiornamenti su Londra.

X