Le strade saranno chiuse al traffico e riempite di tavoli e sedie.

Londra sta abbracciando il potere dei pedoni ancora una volta quest’estate, poiché il Westminster City Council ha deciso di ripetere il piano dello scorso anno (vedi il nostro video dell’estate 2020 a Soho qui) di trasformare aree della capitale in luoghi per mangiare e bere all’aperto. L’anno scorso, circa 60 strade sono state trasformate in zone pranzo alla moda in stile europeo, consentendo ai bar e ai ristoranti della zona di commerciare in sicurezza. Il progetto è pronto per tornare quest’anno, con le prime chiusure stradali che avverranno il 12 aprile: il giorno in cui la fase 2 della roadmap di allentamento del lockdown inizierà.

L’Evening Standard riporta che “Dean Street, Old Compton Street e Greek Street a Soho, Lisle Street a Chinatown, St Martin’s Lane e Maiden Lane a Covent Garden e Chiltern Street a Marylebone” saranno tutte tra le strade che chiuderanno durante il giorno e la sera. Ciò potrebbe consentire a ristoranti come Barrafina, Cay Tre, Lina Stores e Chin Chin (Soho), Bun House, Ermei Sichaun e Hong Kong Buffet (Chinatown), Rules, Fire & Stone e The Porterhouse (Covent Garden) e celebre Chiltern Firehouse (Marylebone) da inserire tavoli e sedie nelle strade per cenare all’aperto.

Il piano vedrebbe strade chiuse al traffico in determinati orari della giornata, insieme all’ampliamento dei marciapiedi per fare spazio a tavoli e sedie da esterno. L’anno scorso, le chiusure stradali sono state prese in considerazione solo nelle aree in cui vi è una “forte concentrazione di rivenditori di cibo e bevande” e dove tavoli e sedie non bloccheranno i marciapiedi per i pedoni – si prevede che l’estate dei pasti all’aperto del 2021 seguirà un modello simile. Il Consiglio di Westminster ha promesso di semplificare il processo di richiesta in modo che gli spazi esterni siano disponibili per l’uso dal 12 aprile.

Le aree sotto la competenza del Consiglio di Westminster – e quindi i possibili beneficiari del programma – includono Soho, Marylebone, Westminster, Belgravia, Mayfair, Pimlico e Maida Vale, sebbene solo le strade piene di ristoranti ne trarranno beneficio. Il ritorno del progetto mira a proteggere quella che il consiglio ha definito “la più grande e vivace [industria dell’ospitalità] del paese”, e include alcune delle zone ricettive più colpite, compresa Chinatown. Le misure si estenderanno fino alla fine di settembre, momento in cui ci sono grandi speranze da parte del governo che la vita possa tornare a qualcosa di normale nel Regno Unito.

Anche se il pranzo al coperto potrebbe riprendere già dal 17 maggio, il consiglio si è anche impegnato a “considerare la possibilità di come potrebbe essere un servizio all’aperto a lungo termine”, al fine di consolidare lo status di centro di Londra come destinazione gastronomica. Tali discussioni sono state provvisoriamente pianificate per quando “la città si riprenderà”, ma vi terremo aggiornati su eventuali ulteriori sviluppi al riguardo. 

Il consiglio si consulterà con le comunità man mano che i progetti vengono creati e quando la città si riprende. Nel frattempo, non vediamo l’ora che arrivi il 12 aprile con ancora più impazienza!


Resta aggiornato su Londra, ricevi via email le ultime news! 👇

Unisciti a 5.885 altri iscritti


Una-tantum
Mensile

Aiuta il progetto La tua Londra, la tua donazione una tantum può aiutarci a creare nuovi contenuti nel nostro sito e continuare il nostro progetto.
Ti offriremo un Codice Sconto per acquistare i nostri gadget Londinesi.

Fai una donazione mensilmente. Aiuta il progetto La tua Londra, la tua donazione mensilmente può aiutarci a creare nuovi contenuti nel nostro sito e continuare il nostro progetto.
Ti offriremo un Codice Sconto per acquistare i nostri gadget Londinesi.

Scegli un importo

€5,00
€15,00
€100,00
€5,00
€15,00
€100,00

In alternativa inserisci un importo personalizzato


Apprezziamo il tuo contributo.

Apprezziamo il tuo contributo.

Fai una donazioneDona mensilmente

Di La tua Londra

Consigli, curiosità & aggiornamenti su Londra.

X