Dal 15 febbraio è iniziata la nuova quarantena,  quindi tutti coloro che arrivano da 33 paesi considerati pericolosi per il coronavirus dovranno fare 10 giorni di quarantena in albergo, i passeggeri dovranno anche pagare £1750 e non potranno uscire dalla stanza.

I viaggiatori che entrano nel Regno Unito dovrebbero affrontare code fino a cinque ore e potranno solo restare con i passeggeri dei paesi della “lista rossa”, secondo le nuove regole della quarantena.

L’aeroporto di Heathrow ha avvertito lunghe code al controllo della frontiera e hanno confermato che non c’erano piani in atto per separare i passeggeri dei 33 paesi ad alto rischio dagli altri.

I funzionari stimano che i controlli effettuati per verificare se un viaggiatore è arrivato da una delle zone della “lista rossa” del governo, tra cui Sud Africa, Portogallo e Emirati Arabi Uniti, potrebbero richiedere fino a 15 minuti per arrivo. Un portavoce di Heathrow ha dichiarato: “La nostra principale preoccupazione resta la capacità di far fronte alla Border Force. Le code al confine in questi giorni di quasi cinque ore sono del tutto inaccettabili.

I ministri devono garantire che ci siano risorse adeguate e processi efficaci alle frontiere per evitare di compromettere la sicurezza dei passeggeri e di coloro che lavorano in aeroporto, il che potrebbe richiedere la sospensione di alcuni voli in arrivo.

Il ministro della Sanità Matt Hancock ha dichiarato: “Con l’evoluzione di questo virus mortale, anche le nostre difese devono evolversi … Le regole che entrano in vigore oggi rafforzeranno il sistema di quarantena e forniranno un ulteriore livello di sicurezza contro nuove varianti al confine”.

Il sig. Hancock ha detto che il sistema di quarantena sembra funzionare quando i primi voli sono arrivati ​​nel paese. infatti dichiara “Alle 6.30, quando ho ricevuto il mio ultimo aggiornamento, funziona senza intoppi, abbiamo lavorato con gli aeroporti e con le forze della frontiera per assicurarci che tutti conoscessero il processo”, ha detto Hancock a Times Radio.

Nel frattempo, Boris Johnson è stato esortato a riaprire i viaggi internazionali entro il 1 ° maggio e sostenere milioni di lavori di viaggio in una campagna lanciata da Save Our Summer (SOS) .

Il gruppo Travel Alliance – che include le aziende Trailfinders, easyJet Holidays e Celebrity Cruises – afferma che il primo ministro deve fornire una tabella di marcia per uscire dalla pandemia e per aiutare l’industria dei viaggi in difficoltà.

Un portavoce del governo ha dichiarato: “Stiamo lavorando a stretto contatto con aeroporti e hotel per gestire eventuali problemi e garantire che il nuovo processo si svolga nel modo più fluido possibile, e siamo chiari che la sicurezza di tutto il personale e dei passeggeri è una priorità”.


Resta aggiornato su Londra, ricevi via email le ultime news! 👇

Unisciti a 5.885 altri iscritti


Una-tantum
Mensile

Aiuta il progetto La tua Londra, la tua donazione una tantum può aiutarci a creare nuovi contenuti nel nostro sito e continuare il nostro progetto.
Ti offriremo un Codice Sconto per acquistare i nostri gadget Londinesi.

Fai una donazione mensilmente. Aiuta il progetto La tua Londra, la tua donazione mensilmente può aiutarci a creare nuovi contenuti nel nostro sito e continuare il nostro progetto.
Ti offriremo un Codice Sconto per acquistare i nostri gadget Londinesi.

Scegli un importo

€5,00
€15,00
€100,00
€5,00
€15,00
€100,00

In alternativa inserisci un importo personalizzato


Apprezziamo il tuo contributo.

Apprezziamo il tuo contributo.

Fai una donazioneDona mensilmente

Di La tua Londra

Consigli, curiosità & aggiornamenti su Londra.

X