Vivi o hai vissuto a Londra?! Condividi anche tu la tua esperienza con noi (clicca qui)

Oggi vi raccontiamo la storia di Irene che vive nella capitale britannica dal 2014…Irene è la ragazza che pubblica sulla pagina Facebook ed Instagram de La tua Londra, le foto meravigliose della nostra amata London, facendoci riaffiorare dei piacevoli ricordi e tanti sorrisi…è doveroso perciò dire un caloroso GRAZIE, a questa ragazza solare e piena di vita che ci da una mano a far crescere la nostra pagina ogni giorno e che a Londra ha trovato la sua comfort zone!

Ciao, mi chiamo Irene e vivo a Londra da Febbraio 2014, decisi di partire perché mi innamorai di questa città fin dal primo viaggio e la mia situazione lavorativa in Italia non era il massimo; è impossibile per me  riassumere in poche righe quanto Londra mi abbia dato finora…In 7 anni sono passata dal vivere con i miei genitori, senza un lavoro fisso e con una vita molto noiosa, all’avere un posto tutto mio, stabilità economica e l’imbarazzo della scelta fra le cose da fare. A livello professionale ho sempre avuto lavori a tempo indeterminato, che ho sempre deciso io di lasciare per poter accettare offerte che mi sembravano migliori. A livello personale sono cresciuta tantissimo, dico sempre che i primi tempi qui sono stati fra i più difficili vissuti, ma che sono sempre stata ripagata di tutto. Per quanto riguarda la vita in generale, io ho sempre amato leggere, andare al cinema e guardare serie tv e anche per questo Londra per me è insostituibile. Da quando vivo qui, inoltre, ho aggiunto il teatro alle mie passioni, ho potuto incontrare quasi tutti i miei attori e scrittori preferiti, molti anche più volte, da Harry Potter, Marvel, Doctor Who, Game of Thrones, The Lord of the Rings, ecc… una lista infinita. In tempi normali mi divido fra teatro, un evento dopo il lavoro, il  BFI IMAX a Waterloo (il cinema con lo schermo IMAX più grande del Regno Unito), presentazioni di nuovi libri, oppure organizzando la mia prossima gita fuori porta. Londra è talmente ben collegata, che in giornata si possono visitare tantissimi posti, la capitale, inoltre, è piena di vita ed energia.

Come hai vissuto la pandemia del Covid-19 a Londra? Per me essere a Londra durante la pandemia è stata una salvezza, in quanto in Italia sarei stata molto isolata, vivendo in provincia, con nulla da fare e nessun posto dove andare. Qui fra un lockdown e l’altro., teatri, cinema, musei avevano riaperto, tra l’altro amo molto camminare e quindi ho continuato a esplorare e scoprire la mia area anche se ora è tutto chiuso. Quando invece ci si poteva allontanare di più e prendere i mezzi liberamente, c’era l’imbarazzo della scelta, dai grattacieli alle foreste, da quartieri caratteristici, ai campi di lavanda o  a parchi con laghi dove ti puoi immergere (uno è anche costeggiato da sabbia naturale)…insomma posti eccezionali. Lavorando in negozio ho indubbiamente avuto problemi con tagli di ore e di soldi, ma non ne ho risentito granché, poiché qui lo Stato aiuta molto e fortunatamente ho continuato a ricevere più o meno la stessa cifra ogni mese.

Vuoi trasferirti a Londra? Ottieni tantissimi consigli con la nostra guida digitale TIPS TRASFERIRSI A LONDRA (clicca qui)

Brexit: Quanto secondo te cambierà il Regno Unito? Sicuramente per qualche anno non sarà facile, anche considerando i danni economici portati dal COVID-19. Penso che i prezzi di alcune cose cresceranno e so già che mi aspettano lunghe file in aeroporto e molti meno pacchi dall’Italia. Credo però che a lungo andare l’economia si riprenderà bene. Quanto al resto, mi abituerò.


Il tuo futuro lo vedi a Londra? Londra quasi sicuramente, ma se mai me ne andrò sarà comunque a non oltre un’ora/un’ora e mezza di treno da qui, quindi resterei nel Regno Unito, ma fuori la capitale. Non nego assolutamente che ci siano cose che non funzionano, che non sia tutto così perfetto: la sanità potrebbe migliorare, l’inquinamento è altissimo, è sovraffollata, a volte troppo veloce, alcuni servizi sono davvero cari e non cominciamo a parlare della criminalità. Su ciò che secondo me non è bello di Londra potrei scrivere tante righe quante ne ho usate per cantarne le lodi, ma mi sentirei un’ingrata perché, comunque, mi ha dato tanto, se non ne valesse la pena non sarei ancora qui. Il mio augurio è che riapra tutto e che si ritorni alla vita della Londra così come l’ho conosciuta io!




X