Claudio Miccio è il Business Development Manager di Kotch Pizza, la pizzeria situata a Leytonstone Road nel quartiere di Stratford, a Londra, con cui noi di La tua Londra abbiamo avuto il piacere di fare una chiacchierata e di gustare una delle sue squisite pizze, morbide al centro, ma croccanti ai bordi con un impasto di farina artigianale sensazionale, in cui ti torna alla memoria il profumo di casa e la pizza della Domenica della nonna.

Come e quando nasce l’idea di aprire una pizzeria a Londra?

L’idea di aprire una pizzeria a Londra (in particolare a Stratford che conosco bene) nasce dalla voglia di diversificare la mia vita lavorativa e fare un lavoro che davvero mi piacesse e per il quale avessi passione. Al momento dell’apertura gestivo già un’azienda immobiliare mia. Tuttavia, nonostante i guadagni, non era qualcosa che mi divertiva o mi creava gioia. Quindi ho voluto crearmi un’altra realtà dove potessi finalmente essere felice lavorando. Come si dice spesso ” lavora facendo qualcosa che ti piace e non lavorerai nemmeno un giorno”.

Puoi spiegarci in termini tecnici cosa si deve fare per aprire un’attività propria a Londra?

In termini tecnici la prima cosa da fare é aprire un’azienda su Companies House (una limited nella maggior parte dei casi), al modico costo di 15 sterline. Dopo di che aprire un conto in banca. Ci sono banche (minori), per esempio, che offrono un piccolo prestito se decidi di aprire il tuo conto con loro. Avranno bisogno di un piccolo business plan ed eventualmente prova che sai gestire un business. Nel mio caso è stato più facile perché avevo già un’altra impresa e avevo più documenti da dimostrare. Dopo di che c’è la scelta del locale più adatto. La ricerca del locale può essere snervante, soprattutto per le negoziazioni che seguono il contratto. Raccomando di affidarsi ad un avvocato per la revisione dello stesso. Da notare che se non si ha già un’azienda con uno storico, i proprietari potrebbero rifiutarsi di concedere la struttura o potrebbero richiede una caparra più alta (tutto fa parte delle negoziazione).

La pizza più strana che i clienti ti hanno chiesto?

A parte le famose pizze con l’ananas, tante pizze con ingredienti completamente opposti tipo Nduja Calabrese con il tonno oppure Nduja con alici salate.

Pizza croccante e fina, o morbida e alta?

La scelta è puramente soggettiva. In Campania esistono tutti e tre i generi. Io vivendo in una zona strategica tra le tre province ho avuto modo di provare tutte le tipologie di pizza. In ultimo, la scelta dell’impasto per la mia prima sede è stata una combinazione di preferenza personale (morbida) e di motivi commerciali (croccante). Il risultato è stato di successo, un impasto fatto con farina artigianale, morbido nel mezzo (come a Napoli) e croccante man mano che si va verso il cornicione (Caserta/Salerno). Qualcosa che non si trova in giro. L’unicità, infatti, era qualcosa di particolarmente importante per noi, in quanto ci sono migliaia di pizzeria in giro e volevamo differenziarci.

Kotch Pizza Stratford 55 Leytonstone Road E15 1JA

La tua pizza preferita?

Primo posto Salsiccia e Friarielli con la Provola (è per questo che ci siamo impegnati particolarmente nel realizzarla e per cui siamo abbastanza famosi) e al secondo posto provola, melanzane a funghetto e salsiccia toscana (non presente nel nostro menù ma ordinabile attraverso la nostra opzione “make your own pizza”).

Com’è aprire una pizzeria all’estero? Che differenze hai riscontrato?

Non saprei fornire molte informazioni a riguardo in quanto il Regno Unito è l’unico paese dove ho aperto una pizzeria. Quello che però posso dire é che la burocrazia inglese è formidabile, veloce ed efficiente in qualsiasi richiesta. Una nota negativa è sicuramente la concorrenza nel trovare il locale ed il prezzo alto per realizzare i lavori.

Quanto ha influito la pandemia da covid-19 sulla tua attività?

Paradossalmente la pandemia non ci ha penalizzato particolarmente. Avendo aperto in una zona residenziale, abbiamo avuto la possibilità di rimanere sempre aperti anche nel lockdown per delivery e asporto. Ad un certo punto eravamo tra le poche attività aperte nel quartiere e questo ci ha dato abbastanza visibilità. Tuttavia c’è da dire che la costante insicurezza ed i continui cambiamenti dovuti alle restrizioni (solo delivery durante lockdown, solo sala per l’offerta Eat Out to Help Out), ci hanno richiesto un notevole sforzo di adattamento. Noi nasciamo come locale di intrattenimento (non pizzeria propriamente), che offre una pizza (e affini) artigianale con tutti i costi e le procedure che queste cose implicano. Adattarsi alla delivery e poi di nuovo alla sala ha voluto dire per noi riorganizzarci completamente ogni volta.

Pizzaioli si nasce o si diventa?

Tutti i lavori possono essere appresi é poi evidente che c’è, chi ha talento e per questo apprende prima ed arriva più lontano, e chi invece decide di esercitare quella professione rimanendo negli schemi. Non c’è niente di male in quest’ultima cosa, in quanto non tutti gli attaccanti devono essere necessariamente il Messi delle pizzerie. Nel caso particolare della professione di pizzaiolo, la cosa più difficile è trovarne uno con una personalità affidabile e che sappia usare la testa (oltre alle mani per l’impasto). In UK, un primo pizzaiolo è head chef vero e proprio (non si occupa solo di impasto), ma di tante altre faccende che richiedono disciplina e logica.

Kotch Pizza Stratford 55 Leytonstone Road E15 1JA

Hai frequentato corsi, o scuole, o hai avuto un maestro che ti ha insegnato il mestiere?

Io purtroppo non sono pizzaiolo. Sono un piccolo imprenditore che ama la pizza ed il pubblico. La cosa più importante in una pizzeria, come in tante altre attività, è circondarsi delle persone giuste. Il gioco di squadra é fondamentale alla riuscita. Io oltre ad avere un socio complementare a me, credo di avere un team molto capace ed affiatato.

Tre regole auree della tua pizzeria?

Cibo di qualità, atmosfera e divertimento.
Claudio, la domanda di chiusura di questa piacevole ed istruttiva intervista…

Dove ti vedi tra 10 anni?
Alle prese con diverse sedi di kotch Pizza, chissà, magari, anche in un’ altra nazione.

Noi di La tua Londra salutiamo e ringraziamo Claudio per la sua disponibilità. Vi invitiamo, inoltre, a prendere visione del video realizzato per voi all’interno di Kotch Pizza (clicca qui)

Kotch Pizza è situata a Stratford al 55 Leytonstone Road E15 1JA ed è aperta dal Lunedì alla Domenica dalle 12.00 alle 22.30. Qui il sito web, dove potrete prenotare (clicca qui)

Resta aggiornato su Londra, ricevi via email le ultime news! 👇

Unisciti a 5.881 altri iscritti


Una-tantum
Mensile

Aiuta il progetto La tua Londra, la tua donazione una tantum può aiutarci a creare nuovi contenuti nel nostro sito e continuare il nostro progetto.
Ti offriremo un Codice Sconto per acquistare i nostri gadget Londinesi.

Fai una donazione mensilmente. Aiuta il progetto La tua Londra, la tua donazione mensilmente può aiutarci a creare nuovi contenuti nel nostro sito e continuare il nostro progetto.
Ti offriremo un Codice Sconto per acquistare i nostri gadget Londinesi.

Scegli un importo

€5,00
€15,00
€100,00
€5,00
€15,00
€100,00

In alternativa inserisci un importo personalizzato


Apprezziamo il tuo contributo.

Apprezziamo il tuo contributo.

Fai una donazioneDona mensilmente

Di La tua Londra

Consigli, curiosità & aggiornamenti su Londra.

X