Brexit: deal o no deal?

Finalmente abbiamo una risposta! Quattro anni e mezzo dopo il referendum europeo del giugno 2016 e solo una settimana prima della fine del periodo di transizione il 31 dicembre, il Regno Unito e l’UE hanno stretto un accordo commerciale che definirà le loro relazioni per i decenni a venire. Sono stati in grado di concludere un accordo nell’undicesima ora ed evitare un risultato senza accordo che avrebbe portato a tariffe costose e aumento delle tasse su un’ampia varietà di merci britanniche trasportate tra i due.

La notizia è stata confermata il 24 dicembre, in un tweet dello stesso Boris Johnson, che ha rivelato che “l’affare è concluso”. Secondo Johnson “Abbiamo ripreso il controllo dei nostri soldi, dei confini, delle leggi, del commercio e delle nostre acque per la pesca. L’accordo è una notizia fantastica per famiglie e aziende in ogni parte del Regno Unito. Abbiamo firmato il primo accordo di libero scambio basato su tariffe zero e quote zero”.

Il parlamento britannico voterà sull’accordo la prossima settimana, che probabilmente passerà a causa della maggioranza di Johnson alla Camera dei Comuni. Sia il Parlamento europeo che i leader dell’UE dovranno anche approvare il nuovo accordo prima che entri in gioco il 1 ° gennaio 2021.

Ecco cosa sappiamo finora dell’accordo commerciale:

  • Il commercio senza dazi continuerà tra il Regno Unito e l’UE senza tariffe o quote sulle merci
  • Le imprese britanniche che esportano in Europa dovranno ora presentare dichiarazioni doganali
  • I pescatori britannici guadagneranno una quota maggiore di pesce nelle acque britanniche
  • I britannici che viaggiano verso l’UE dovranno farsi timbrare il passaporto ogni volta che lasciano o rientrano nel Regno Unito
  • Chi viaggia nell’UE per più di 90 giorni avrà bisogno di un visto
  • I britannici che andranno verso l’UE avranno bisogno in alcuni casi di una “carta verde”, un adesivo GB e un permesso di guida internazionale
  • I viaggiatori dovranno anche trovare una nuova assicurazione sanitaria per sostituire la tessera sanitaria europea, che non sarà più valida dal 1 ° gennaio
  • Il programma di scambio Erasmus sarà sostituito dal “Turing Scheme” che darà agli studenti britannici l’opportunità di viaggiare nelle “migliori università del mondo” e non solo in quelle europee

Mentre alcuni dettagli sono ancora in fase di definizione, un portavoce di 10 Downing Street ha dichiarato: “Tutto ciò che è stato promesso al pubblico britannico durante il referendum del 2016 e nelle elezioni generali dello scorso anno viene consegnato da questo accordo”.


Resta aggiornato su Londra, ricevi via email le ultime news! 👇

Unisciti a 98.036 altri iscritti


Una-tantum
Mensile

Aiuta il progetto La tua Londra, la tua donazione una tantum può aiutarci a creare nuovi contenuti nel nostro sito e continuare il nostro progetto.
Ti offriremo un Codice Sconto per acquistare i nostri gadget Londinesi.

Fai una donazione mensilmente. Aiuta il progetto La tua Londra, la tua donazione mensilmente può aiutarci a creare nuovi contenuti nel nostro sito e continuare il nostro progetto.
Ti offriremo un Codice Sconto per acquistare i nostri gadget Londinesi.

Scegli un importo

€5,00
€15,00
€100,00
€5,00
€15,00
€100,00

In alternativa inserisci un importo personalizzato


Apprezziamo il tuo contributo.

Apprezziamo il tuo contributo.

Fai una donazioneDona mensilmente

Di La tua Londra

Consigli, curiosità & aggiornamenti su Londra.

X