L’ultimo giorno di aprile il Regno Unito ha fornito oltre 122.000 test di coronavirus, superando l’obiettivo del governo, ha dichiarato il segretario alla Salute Matt Hancock.

Hancock ha dichiarato che l’obiettivo di 100.000 test al giorno era un “obiettivo audace”, ma i test erano necessari “per rimettere in piedi la Gran Bretagna”.

La figura include i kit di test domestici conteggiati al momento della spedizione, che potrebbero non essere ancora stati elaborati.

Il sig. Hancock ha fissato l’obiettivo il 2 aprile, quando il Regno Unito effettuava 10.000 test al giorno.

Circa 27.510 persone sono morte negli ospedali del Regno Unito, nelle case di cura e nella comunità più ampia dopo essere risultati positivi al coronavirus.

Annunci

Perché il Regno Unito ha bisogno di 100.000 test al giorno?
Dei 122.347 test effettuati nelle 24 ore fino a venerdì mattina, il numero di persone testate è stato inferiore – a poco più di 70.000. Questo potrebbe dipendere da alcune persone che devono essere testate più di una volta.

La cifra totale comprende 27.497 kit di test che sono stati consegnati a casa delle persone, ma questi potrebbero non essere stati effettivamente completati o restituiti a un laboratorio.

Altri 12.872 test sono stati inviati ai cosiddetti “centri satellitari” come ospedali e siti del NHS.

Il segretario alla salute ombra di Labour, Jonathan Ashworth, ha suggerito che il governo era stato fuorviante contando i test che erano stati spediti alle persone, piuttosto che completati e rispediti.

Le cifre del titolo sembrano certamente impressionanti: 122.000 test in un giorno. Solo una settimana fa erano stati registrati circa 25.000 e un mese fa erano 10.000.

È testimonianza del duro lavoro svolto dietro le quinte da una partnership di governo, scienziati e settore privato – con una mano militare.

Di La tua Londra

Consigli, curiosità & aggiornamenti su Londra.

X