Un vaccino contro il coronavirus sviluppato dall’Università di Oxford sembra sicuro.

I test condotti su 1.077 persone hanno mostrato che l’iniezione ha portato alla produzione di anticorpi e cellule T in grado di combattere il coronavirus.

I risultati sono estremamente promettenti, ma è ancora troppo presto per sapere se questo è sufficiente per offrire protezione e sono in corso prove più ampie.

Il Regno Unito ha già ordinato 100 milioni di dosi del vaccino.

È sicuro?
Sì, ma ci sono effetti collaterali.

L’assunzione del vaccino non ha comportato effetti collaterali pericolosi, tuttavia, circa il 17% ha avuto la febbre e più di 6 pazienti su 10 hanno avuto mal di testa.

I ricercatori hanno affermato che questo potrebbe essere gestito con paracetamolo.

La prof.ssa Sarah Gilbert, dell’Università di Oxford, Regno Unito, afferma: “C’è ancora molto lavoro da fare prima di poter confermare se il nostro vaccino aiuterà a gestire la pandemia di Covid-19, ma questi primi risultati sono promettenti”.

Quali sono i prossimi passi del processo?
I risultati finora sono promettenti, ma il loro scopo principale è garantire che il vaccino sia abbastanza sicuro da dare alle persone.

Lo studio non può dimostrare se il vaccino sia in grado di impedire alle persone di ammalarsi o addirittura di ridurre i sintomi di Covid-19.

Più di 10.000 persone prenderanno parte alla prossima fase delle prove nel Regno Unito.

Tuttavia, lo studio è stato esteso anche ad altri paesi perché i livelli di coronavirus sono bassi nel Regno Unito, il che rende difficile sapere se il vaccino è efficace.

Ci sarà un ampio processo che coinvolgerà 30.000 persone negli Stati Uniti e 2.000 in Sudafrica e 5.000 in Brasile.

Quando si potrà ricevere il vaccino?
Matt Hancock: il lancio del vaccino previsto per la prima metà del 2021

Il Segretario alla sanità Matt Hancock ha affermato che il lancio del vaccino COVID-19 potrebbe avvenire nella prima metà del 2021 ma non prima: “In base alle mie aspettative principali mi aspetto che la maggior parte del lancio avverrà nella prima metà del prossimo anno. Vogliamo essere pronti nel caso in cui tutto vada alla perfezione. Prepararsi per un lancio e avere effettivamente le cose da lanciare sono due cose diverse. Ovviamente è qualcosa che vogliamo che accada non appena possibile in sicurezza e il più velocemente possibile, ma non siamo ancora arrivati”. Intanto il vaccino sviluppato dall’Università di Oxford e dalla società farmaceutica britannica AstraZeneca è considerato come uno dei migliori in fase di sperimentazione: i risultati di uno studio recente hanno affermato che produce una risposta immunitaria sia negli anziani che nei giovani.

Boris Johnson ha dichiarato: “Ovviamente sono fiducioso, ho incrociato le dita, ma dire che sono sicuro al 100% che avremo un vaccino quest’anno o, in effetti, il prossimo anno, purtroppo, è solo un’esagerazione. Non ci siamo ancora.”


Resta aggiornato su Londra, ricevi via email le ultime news! 👇

Unisciti a 98.050 altri iscritti


Una-tantum
Mensile

Aiuta il progetto La tua Londra, la tua donazione una tantum può aiutarci a creare nuovi contenuti nel nostro sito e continuare il nostro progetto.
Ti offriremo un Codice Sconto per acquistare i nostri gadget Londinesi.

Fai una donazione mensilmente. Aiuta il progetto La tua Londra, la tua donazione mensilmente può aiutarci a creare nuovi contenuti nel nostro sito e continuare il nostro progetto.
Ti offriremo un Codice Sconto per acquistare i nostri gadget Londinesi.

Scegli un importo

€5,00
€15,00
€100,00
€5,00
€15,00
€100,00

In alternativa inserisci un importo personalizzato


Apprezziamo il tuo contributo.

Apprezziamo il tuo contributo.

Fai una donazioneDona mensilmente

Di La tua Londra

Consigli, curiosità & aggiornamenti su Londra.

X